Lo Standard

Aspetto generale

Allegro, attento, dinamico e sportivo; ben bilanciato e proporzionato risulta armonico nelle forme, compatto, misura approssimativamente da terra al garrese quanto dal garrese alla radice della coda.

Caratteristiche e Temperamento

Carattere allegro con la coda dal movimento incessante e gioioso, in particolare quando segue una traccia incurante delle difficoltà del terreno.

Dolce ed affettuoso, ma vivace ed esuberante. Estremamente sensibile.

Testa

Regione cranica

CRANIO: ben sviluppato, ben cesellato, non troppo raffinato, né troppo grossolano.

STOP: marcato posto a metà fra la punta del tartufo e l’occipite.

Regione facciale

TARTUFO: sufficientemente ampio per permettere molto potere olfattivo.

MUSO: quadrato.

MASCELLA/BOCCA: mascelle forti con perfetta, regolare e completa dentatura che chiude a forbice. I denti superiori devono avanzare sugli inferiori toccandoli e devono essere ben perpendicolari alle mascelle.

ARCATE ZIGOMATICHE: non prominenti.

Occhi

Pieni ma non prominenti, marrone scuro o marrone, mai chiari; nei soggetti fegato, fegato-roano, bianco-fegato, color nocciola che armonizzi con il colore del mantello. Espressione dolce ed intelligente, sempre all’erta, vivace ed allegra. Rime palpebrali ben aderenti.

Orecchie

Lobulari, inserite basse al livello dell’occhio, di tessuto sottile e che arrivano in lunghezza fino al tartufo. Ben ricoperte di pelo lungo, liscio e setoso.

Collo

Di lunghezza moderata, muscoloso.  Esce pulito da spalle ben inclinate. Privo di giogaia.

Tronco

Forte , compatto.

LINEA SUPERIORE: solida, diritta, in leggera e progressiva inclinazione verso la coda dalla fine del rene alla attaccatura della coda stessa. RENE: corto, largo, forte.

TORACE: ben sviluppato e profondo. Petto né troppo largo, né troppo stretto. Costole ben arcuate.

Coda

Attaccata leggermente più bassa della linea dorsale. Deve essere in frenetico movimento durante l’azione e portata orizzontalmente e mai rivolta verso l’alto. E’ consuetudine amputarla.

TAGLIATA: mai né troppo corta al punto da non essere visibile, né troppo lunga al punto da disturbare il movimento frenetico quando il cane lavora.

NON TAGLIATA: leggermente curvata, di lunghezza media, proporzionata alla taglia del cane contribuisce a fornire nell’insieme un aspetto di equilibrio. Idealmente non deve oltrepassare il garretto. Forte alla base, si assottiglia alla punta, ben frangiata in armonia con il pelo. Dal vivace movimento in azione, portata su un immaginario piano che non oltrepassi mai il livello del dorso, non è mai bassa al punto da esser considerata segno di una naturale timidezza.

Arti

ANTERIORI: di buona ossatura, diritti, sufficientemente corti tanto da conferire l’impressione di concentrata potenza. Non così corti da intralciare la straordinaria ed ampia azione di movimento in fase di cerca di questo piccolo grande cane sportivo. Spalle oblique e asciutte.

POSTERIORI: largo, ben arrotondato, ben muscoloso; arti di buona ossatura, ben angolati. Garretti corti e bassi sotto la giuntura delle articolazioni, devono imprimere una forte spinta.

PIEDI: Solidi, con cuscinetti plantari spessi, da gatto.

Andatura / Movimento

Azione sciolta, decisa ed ampia con grandi falcate e presa di terreno.

Pelo

TESSITURA: liscio, setoso, mai ruvido ed ondulato, non troppo abbondante, mai riccio. Buone frange agli arti anteriori e posteriori fin sopra ai garretti.

COLORE: vari. Negli unicolore il bianco é ammesso solo sul petto.

Taglia e Peso

ALTEZZA:       maschi    39-41 cm                 femmine    38-39 cm
                                                             
PESO:     circa 12,5 - 14,5 kg

Difetti

Ogni variazione dai suddetti punti è da considerarsi un difetto e la gravità con cui va considerato è in esatta proporzione pari al suo grado ed al conseguente effetto che ha sulla salute ed il benessere del cane.

NOTA: gli esemplari maschi devono avere due testicoli di apparenza normale e ben discesi nello scroto.

I cani devono essere squalificati dalle esposizioni e tolti dall’allevamento se non corrispondono al tipo richiesto al loro standard, se hanno un comportamento che non è chiaramente in linea con i requisiti dello standard, se mostrano segni di albinismo, se hanno gravi difetti di dentatura o anomalie mandibolari, se si comportano aggressivamente o se sono eccessivamente paurosi. Questo vale anche per quei cani che anche per una sola caratteristica della loro razza abbiano messa a rischio la loro salute.

I cani devono essere tolti dall’allevamento in accordo con le Regole Internazionali di Allevamento FCI se mostrano un carattere instabile, sordità o cecità congenite, labbra leporine, palatoschisi, atrofia progressiva della retina, epilessia, criptorchidismo, monorchidismo o cui sia stata diagnosticata una displasia dell’anca grave. I cani devono essere squalificati dalle esposizioni se hanno imperfezioni di colore e/o mantello.

Questo nuovo standard di razza è in vigore dal 1° gennaio 2009.

Comments are closed.